Come diventare esperto di vino in 10 mosse - Capitolo 1 La Cantina


Quante volte vi siete trovati a parlare di vino pensando di non saperne abbastanza? Ovviamente ci sono i corsi per sommelier, diversi e quasi tutti ben fatti (soprattutto quelli della Fisar ovviamente), e i corsi di avvicinamento al vino, oppure c'è la mia pratica guida che in 10 mosse vi porterà al livello base di conoscenza del vino.
Un livello utile a non fare figuracce a tavola 😰 e, magari, da stimolo per proseguire con un corso completo.
Ovvio che si tratta di una guida sintetica e in parte spiritosa, perché è bene non prendersi troppo sul serio in questi casi, che comincia con... La cantina!

La cantina ideale per conservare il vino, in bottiglia, è un luogo possibilmente appartato, diverso da altre stanze della casa, con dei requisiti minimi importanti come: buio, umidità e temperatura costanti, silenzio e assenza di altri odori.
Vediamo il perché di ogni singolo aspetto.

1 - la luce è nemica del vino e non solo, questo è anche il motivo per cui le bottiglie di vino rosso (solitamente da conservare più a lungo dei vini bianchi) sono di color verde scuro. Quelle di olio extravergine di oliva spesso sono addirittura ricoperte interamente di carta argentata per proteggere il loro contenuto.

2 - temperatura e umidità costanti servono appunto al miglior mantenimento del vino, ovviamente parliamo di temperature che si aggirano tra i 14 e i 16 gradi centigradi e umidità tra i 65 e il 75%. In queste condizioni il vino riposa e non si stressa... 😁

3 - il silenzio è nient'altro che "assenza di vibrazioni", ecco perché è bene che la cantina sia priva di fonti di rumore ecc.

4 - non ci devono essere altri forti profumi perché questi potrebbero trasferirsi nel vino!

Ultime raccomandazioni: se non avete a disposizione una stanza del genere, fate in modo di trovare un angolo della casa al buio (o coprite le bottiglie lasciandole nei cartoni), lontano da fonti di calore come termosifoni o caminetti, possibilmente lontano da TV o fonti audio.
Ricordate che la maggior parte dei vini di buona qualità possono invecchiare qualche anno, anche i grandi vini bianchi possono invecchiare!, mentre alcuni vini vanno bevuti presto!
Una categoria a parte è quella dei vini spumanti, infatti tranne rarissimi casi gli spumanti (anche se Champagne) vanno bevuti entro un anno dalla messa in commercio, quindi NON li mettete in cantina pensando di berli tra qualche anno...

Sperando l'idea della guida vi piaccia ci sentiamo per il... capitolo 2!
Si parlerà di vigneto, dove nasce davvero il buon vino...

(Tutte le foto sono dell'autore)

Posted using Partiko Android


Comments 6


https://ipfs.busy.org/ipfs/QmeWFM14Wssgo8muurjdsK8rLqgbRjybnn2L3fBot7My5i

Questo post è stato condiviso e votato dal team di curatori di discovery-it.


01.09.2019 09:26
1

Many thanks!

01.09.2019 10:51
0

Alla salute! (senza alzare troppo il gomito). Io ho un cantinotto e cerco di prendere buoni vini, soprattutto Barbera, non solo perché sono piemontese, ma anche perché è un ottimo vino, che ha avuto una rivalutazione negli ultimi vent'anni. Ma girando per l'Italia mi piace fornirmi dei vini locali. Grazie info.

04.09.2019 10:28
1

Bravo, continua così! I gusti personali vanno sempre messi in primo piano secondo me, tra l'altro bevo Barbera con piacere anche io.... Alla salute!

06.09.2019 13:21
0